Bos' Art - Bosa, Escursioni e Artigianato di Sardegna

Bosaweb portale della città di Bosa
Vai ai contenuti

Menu principale:

Bos' Art

Manifestazioni a Bosa

BOS’ART 2010
Fino al 30 settembre
Inizia giovedì 5 agosto 2010 la settima edizione di BOS’ART 2010, con la mostra personale di Michele De Luca al Museo Casa Deriu, il Festival  multimediale di filosofia, scienza, letteratura, arte, musica, teatro e cinema che il Centro Studi Lucio Colletti, intitolato al filosofo e pensatore italiano, dedica alla multidisciplinarietà delle arti e delle scienze, in Sardegna a Bosa (provincia di Oristano). Bos’art, che ha per Presidente onorario il Presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga,  vedrà la presenza di personaggi della cultura e della scienza come  Luciano Canfora, Remo Ruffini, Dino Cofrancesco, Luisella Battaglia, Anna Imponente, Antonio Maria di Fresco, Patrizia Valduga, Valeria Ciangottini, Alberto Moravetti, Raimondo Zucca, Elisabetta Sgarbi, Peppina Tanda, Simonetta Angiolillo  e i premiati del Premio Lucio Colletti 2010.
Per la Sezione Arti Figurative, sotto la direzione artistica della storica e critica dell’arte  Anna Imponente giovedì 5 agosto si inaugura alle ore 19 al Museo Casa De Riu la mostra personale d’arte contemporanea dedicata a Michele De Luca, “Ordine delle apparenze”. Il titolo riporta a una serie di nuove opere astratte che De Luca, in cui le componenti psicologica e gestuale si concretizzano in un raffinato  gioco d’astrazione luminosa che genera spaesanti percezioni sensoriali. Sono in mostra a Bosa diverse opere recenti e recentissime di grandi e medie dimensioni, realizzate a tempera acrilica su tela.
I bagliori sorgivi della serie di lavori di Ordine delle apparenze, con i relativi sottotitoli come “Induzione”, “Scatola da festa”, “Nebula”, “Oltre passo”, “presenza” evocano uno strano stato fra calma e tensione dinamica, attraverso passaggi e vibrazioni spazio-cromatiche e scialbature di colori freddi che duellano contrapponendosi fra le sale del Museo Casa De Riu.
Queste nuove pitture di De Luca sembrano espandersi  oltre i supporti delle tele e sono percorsi da ombre ed improvvise apparizioni di luce che aprono lo sguardo alla dimensione del  divenire cosmico.  Le trasparenze della sua pittura agiscono quasi ipnoticamente sull’osservatore, attraverso un gioco sottile di riflessi, offrendo allo spettatore un andamento leggero dello sguardo che pare amplificarsi nel silenzio dello spazio. Pitture come presenze originarie, forme-segnali di un fuoco interiore  che passa come un migrare lento e inesorabile. L’energia sprigionata dall’immagine, che sembra in continua dissolvenza, fornisce uno stato di calma e di raggelata riflessione su una spazialità che è come un viaggio nell’infinito.
“L’artista ligure Michele De Luca, dagli ultimi anni ’80 si è affermato, operando a Roma, fra le forze più autentiche della nuova generazione artistica italiana, impegnato in una dimensione propositiva caratterizzata da un straordinaria densità di motivazione esistenziale”   (Enrico Crispolti).
“Alla fenomenologia del puro evento fisico, di un happening di soli oggetti da contemplare, icone di una cultura tecnologica, si contrappone, nelle opere di Michele De Luca, un imprescindibile legame con la gestualità e manualità tradizionale del fare arte e una tensione emotiva dell’autore percepibile come intuizione di trascendenza”  (Anna Imponente).

Michele De Luca  (Pitelli, La Spezia 1954),  artista e poeta, lavora da tempo su una distintiva e meditata linea di ricerca astratta che vede nella luce, componente anche fisica che interagisce con la pittura, un dato di costante riferimento.  La sua parallela ricerca visiva e letteraria (esplicitata nella sua raccolta di poesie “Altre realtà” edita recentemente da Quasar) tende all’analisi delle forze primarie.  Vive e lavora a Roma, dove insegna all’Accademia di Belle Arti.  Ha partecipato a: Nuove emergenze degli anni Ottanta e Novanta, Premio Marche 1999, Mole Vanvitelliana, Ancona, 1999; BNL: una Banca per l’arte oltre il mecenatismo,  Chiostro del Bramante, Roma, 2000; Sensi contemporanei, Museo Vittoria Colonna, Pescara, Le collezioni del CAMeC, Centro Arte Moderna e Contemporanea, La Spezia; La luce oltre la forma, Galleria Comunale,  Portogruaro, Galleria Peccolo, Livorno, Galleria Folini, Chiasso, Svizzera, Museo Casabianca, Malo,  2004; Collezione Fabbrica Borroni, Bollate, I labirinti della bellezza, 59° Premio Michetti, Museo Michetti, Francavilla al mare, 2008; Kansainvalinen taidenayttely, ViaArte gallery, Viitasaari, Finland, Moti urbani–StazionImpossibili, Palazzo Nicotera, Lamezia Terme, 2009. Ha esposto a rassegne a Tokyo, Parigi, Londra, Melbourne, Seoul e in Finlandia, Germania, Irlanda, Svizzera, Emirati Arabi Uniti.   Fra le personali: Università di Genova, 1996; Accademia d’Ungheria in Roma, 1997; Museattivo Claudio Costa, Genova, 1998; Immaginaria, Firenze,  Galleria Giulia, Roma, 2001; Studio Ghiglione, Genova, 2002; Studio Watts, San Gemini, Galleria Peccolo, Livorno, 2003; SICAF, Seoul International Contemporary Art Fair, Seoul, Sud Corea, 2004; Palazzo Chigi, Galleria Miralli, Viterbo, Tralevolte, Roma, 2005; Tuma’s, Roma, 2007; CAMeC, La Spezia, 2008; Quasar, Roma, 2009; InsightSoaceGallery, Roma, 2010.

B O S ’A R T 2010
SETTIMA EDIZIONE
Presidente Onorario – Presidente Emerito della Repubblica FRANCESCO COSSIGA
FESTIVAL MULTIMEDIALE DI FILOSOFIA, SCIENZA, LETTERATURA, ARTE, MUSICA, TEATRO , CINEMA
BOSA, agosto-settembre 2010

SEZIONE ARTI FIGURATIVE
Dal 5 Agosto al 30 Settembre Museo Casa Deriu
Michele De Luca Ordine delle apparenze (opere recenti)
Inaugurazione 5 Agosto ore 19.00 Saranno presenti: l’artista Michele De Luca e l’Assessore alla cultura del Comune di Bosa Sig.ra Lilli Piu Art director Anna Imponente


SEZIONE ARCHEOLOGIA
16 Agosto ore 21.00 Ex Convento dei Cappuccini Presidente onorario Giovanni Lilliù La Sardegna nuragica, il punto sugli studi Alberto Moravetti, Raimondo Zucca, “La Sardegna nuragica” Peppina Tanda, Simonetta Angiolillo “La Sardegna preistorica”

SEZIONE MUSICA , TEATRO E POESIA
19 Agosto ore 21.00 Ex Convento dei Cappuccini Omaggio a Giovanni Raboni – lettura di poesie di Patrizia Valduga
29 Agosto ore 21.00 Ex Convento dei Cappuccini “La bella confusione, anzi la dolce vita” atto unico di Antonio Maria di Fresco con Valeria Ciangottini

SEZIONE LETTERATURA E FILOSOFIA
23 Agosto ore 21.00 Ex Convento dei Cappuccini “Il cielo stellato sopra di me, la legge morale in me” I. Kant Luisella Battaglia, Dino Cofrancesco “Le implicazioni etiche della scienza” Remo Ruffini , Anna Imponente “Arte e scienza”

EVENTI SPECIALI ore 21.00 Ex Convento dei Cappuccini
24 agosto Premio Lucio Colletti: ad Alberto Moravetti e Giuseppina Tanda per l’archeologia, a Salvatore Niffoi, Michela Murgia e Nicola Lecca, per la cultura, a Mauro Masi per l’editoria, a Romano Cannas, Luigi Offeddu per il giornalismo, a Gavino Sanna per la comunicazione.
26 agosto “Le stanze di Raffaello” cortometraggio di Elisabetta Sgarbi, da un’opera di Giovanni Reale
27 agosto Luciano Canfora “La Sardegna romana”

Bos'Art 2009
A tagliare il nastro di questa sesta edizione di Bos’Art toccherà all’inaugurazione della mostra di Alessandro Kokocinski, quotatissimo pittore e scultore nato a Recanati da genitori russi ma cittadino del mondo sia come esperienza di vita che come percorso artistico.
Nella raccolta cornice della chiesetta del Convento dei Cappuccini esporrà il suo celeberrimo gruppo scultoreo “Giordano Bruno”, affascinante e articolata opera ispirata alla figura intellettuale del grande filosofo nolano.
biglietti: free admittance
vernissage: 7 agosto 2009. ore 19
ufficio stampa: Responsabile Ufficio Stampa Bos'Art
Dott. Giuseppe De Biasi - IGloves Comunicazione
0785.374508 - 347.2434002 - dbpino@igloves.it
autori: Alessandro Kokocinski
patrocini: contributo del Comune di Bosa e il patrocinio della Provincia di Oristano, della Regione Sardegna e della Fondazione Banco di Sardegna.
Organizzata dal prestigioso “Centro Studi Lucio Colletti Onlus”


Bos'Art 2008
Tracce del contemporaneo
5 Agosto ore 18.30 - Museo Civico "Casa Deriu"
a cura di Giacomo Zaza
Carla Accardi, Robert Barry, Georg Baselitz, Alighiero Boetti, Alessandro Bulgini, Federico Cavallini, Anna Gaskell, Jrgen Klauke, Joseph Kosuth, Lucia Leuci, Gerhard Merz, Mimmo Rotella, Jemima Stehli, Wolfgang Tillmans, Luis Vidal, Michele Zaza
Inaugura il 5 Agosto la terza edizione della mostra "Tracce del contemporaneo", la sezione arti visive del Bos'Art Festival, curata da Giacomo Zaza, che rappresenta la terza tappa di un percorso ricognitivo sulle esperienze artistiche contemporanee, attraverso una selezione di importanti opere di artisti italiani e stranieri ambientate, per l'occasione, negli spazi del Museo Civico "Casa Deriu" della citt di Bosa.
Il filo conduttore del percorso espositivo "Tracce del contemporaneo", sar individuato da tutte quelle tematiche prossime alle sperimentazioni dell'arte, dalla met degli anni sessanta ad oggi.
Tematiche che caratterizzeranno la scena della mostra: dall'arte processuale all'intervento ambientale, dal concettuale al video e alla fotografia, dall'evento al focus sociale.
Questo percorso arriva a creare una mappa di ricerche note e meno note intorno ad un nucleo di artisti attivi in vari ambiti, artisti che operano con forme analitiche e critiche o con attitudini impersonali e oggettuali.
Tuttavia la mostra si impegna a presentare una scelta di lavori appartenenti non solo all'intera gamma delle tecniche extra-artistiche, ma anche soffermandosi sui media tradizionali di pittura ed assemblaggio .
Il progetto incentrato su un obiettivo: che la mostra sia un punto di riferimento culturale capace di stimolare questioni di carattere scientifico, sociale, politico.
Offre al territorio che lo ospita, la Sardegna, l'occasione per discutere ed approfondire tematiche strettamente legate alle visioni della realt e del suo immaginario.

L'iniziativa e' promossa dal: Centro Studi Lucio Colletti di BolognaCon il Patrocinio di: Comune di Bosa e Provincia di OristanoInaugurazione: marted 5 Agosto ore 18.30
Durata Mostra: dal 6 al 30 Agosto 2008Centro Studi Lucio Colletti: Via del Corso, 77 08013 Bosa (Oristano)

Al via la quarta edizione del BOS’ART, la rassegna di arte contemporanea multimediale: cinema, arti visive, filosofia, letteratura; organizzata dal Centro Studi Lucio Colletti, Patrocinata dal Comune di Bosa e dalla Provincia di Oristano.

La sezione arti visive curata da Giacomo Zaza, rappresenta la seconda tappa di un percorso ricognitivo sulle esperienze artistiche contemporanee, la mostra presenta una selezione di importanti opere di artisti italiani e stranieri ambientate, per l'occasione, negli spazi del del Convento dei Cappucini di Bosa.

Passando dal Nouveau Realisme all'Arte Povera, dall'Azionismo Viennese alla fotografia attuale, questo insieme di lavori restituirà il volto poliedrico ed eterogeneo dell'arte.
I lavori, realizzati tra gli anni Settanta e oggi, testimoniano l'aspirazione all'unicità radicale del proprio fare creativo, alla elaborazione di immagini estranianti che travalichino l'ordinario e il convenzionale per riflettersi su una veduta piu' ampia.

Di fronte all'avanzata globalizzante dei mass media si contrappone una nuova e piu' emblematica carica immaginaria e visionaria. L'artista pone al centro del suo agire una progettualità intima e insieme corale. La possibilità di un itinerario sociale e individuale che suggerisce nuovi parametri di riferimento, nuove "uscite dal quadro" (Kounellis).

Gli artisti invitati volgono il loro sguardo nelle viscere di una creazione in ebollizione il cui scenario ricco di significati afferma un approccio conoscitivo alla realtà, quella misterico-oriastica di Nitsch, sadomaso di Araki, quella latante di Alessandro Bulgini.


Bos'Art
Lungometraggi, Corti e documentari, concerti spettacoli teatrali e incontri


Le ragioni di una mostra o di qualunque sensibilizzazione culturale, sono il principio evocativo nel quale si possano tracciare gli stilemi per la progettazione di una vita civica in qualunque stagione, ma quello che progettiamo è un richiamo estivo, che si ponga come canale comunicativo con il mondo. Il Centro Studi Lucio Colletti intende creare a Bosa un momento privilegiato dell’arte, un crocevia nel quale si incontrino, uomini, idee, atti creativi e diverse forme espressive della cultura.

La fondazione Lucio Colletti intende farsi promotrice della quarta rassegna di ARTE CONTEMPORANEA MULTIMEDIALE. Dall’anno 2004 Bosa ha, infatti, ospitato questa manifestazione che ha raccolto un grande successo comprovato dall’attenzione riservata all’iniziativa dal turismo internazionale e dai media locali e nazionali.

Immagine: Nobuyoshi Araki

Inaugurazione 4 agosto ore 19

Convento dei Cappucini
Corso Garibaldi 10 Bosa (NU)
Ingresso libero

Per prenotazioni o maggiori informazioni chiama i numeri
   (+39) 0785-374258   (+39) 348-1544724  
o scrivi un e-mail a info@bosaweb.it
servizi per il Turismo Culturale e Ambientale
 Bosa  (Sardegna)
indicando nome cognome e n° di Telefono

per informazioni 0785 374258 cell. 348 1544724 Copyright bosaweb 2006/2017 by Esedrasardegna corso Vitt. Emanuele, 64 - Bosa - P. Iva 01255290916

Torna ai contenuti | Torna al menu